Preparare la piscina per la stagione: alcuni consigli

Il periodo migliore:
Prima è, meglio è! Effettivamente è preferibile rimettere in funzione la piscina quando la temperatura dell’acqua raggiunge i 10-12°C. La procedura di messa in funzione della piscina risulterà più agevole se il trattamento invernale è stato eseguito correttamente.
Maggio sembra il mese ideale, si ha dunque ancora tempo di risolvere eventuali problemi degli impianti tecnici.

Sollevare la copertura invernale:
Provvedere a svuotare le eventuali pozzanghere d’acqua presenti sul tendone prima di rimuoverlo. In presenza di troppa acqua, servirsi di una pompa a immersione.

E’ consigliabile essere almeno in due, ognuno dal lato opposto della piscina, per poter piegare correttamente la copertura una volta rimossi gli ancoraggi.

Pulire quindi i bordi procedendo dall’interno verso l’esterno. L’impiego di un pulitore a pressione sarà utile per la corretta rimozione dell’eventuale schiuma formatasi durante l’inverno (dirigere il getto all’esterno della piscina).

shutterstock_103862156

Preparazione degli impianti tecnici:
Occorre in primo luogo rimettere in funzione il locale tecnico. Per la pulizia della vasca è necessario che l’impianto di filtrazione funzioni.
Se la piscina è stata completamente coperta occorre prima ripristinare il livello dell’acqua con acqua pulita (livello dell’acqua a 3/4 dello/degli skimmer.
Rimuovere i tappi, i galleggianti e gli eventuali gizzmo invernali.
Riavvitare gli eventuali tappi di scarico (pompa, filtro, ecc.).
Riempire il filtro e il prefiltro della pompa e sostituire i rispettivi coperchi.
Aprire le valvole, mettendo la valvola multivia in posizione “filtrazione”, quindi avviare la pompa di filtrazione Verificare l’assenza di perdite. In presenza di un filtro a sabbia, procedere al lavaggio del filtro e quindi al relativo risciacquo; in presenza di un filtro a cartuccia(e), riapprontarlo con cartucce pulite; in presenza di un filtro a diatomee, ricaricarlo eventualmente con diatomite.

shutterstock_52382983

Preparazione dell’acqua della piscina:
Una volta resi operativi gli impianti tecnici, occorre controllare l’acqua della piscina, affinché sia pulita per la balneazione.
Verificare innanzi tutto l’equilibrio dell’acqua, ossia l’alcalinità (oppure “TAC”) e, quindi, il pH per una disinfezione ottimale. I valori ideali devono essere compresi tra 80 e 150 ppm per TAC da 7,0 a 7,4 per il pH.
Prima di aggiungere i prodotti correttori, accertarsi che la valvola multivia sia in posizione di filtrazione.
Consigliamo di eseguire, in seguito, un trattamento choc. Seguire le indicazioni presenti sui prodotti per un risultato ottimale.
Al termine di questo trattamento choc, stabilizzare il trattamento dell’acqua con il metodo consueto, ossia: elettrolizzatore al sale e regolazione del pH, prodotti chimici, ecc.

_J4B4844
Preparazione della vasca:
Se il trattamento invernale è stato effettuato correttamente, l’acqua dovrebbe essere relativamente limpida. Tuttavia, è probabile che sul fondo si siano depositati detriti vegetali. Utilizzare una spazzatrice manuale per eliminarli senza rimetterli in sospensione. In presenza di una notevole quantità di sporcizia, è consigliabile pulire la vasca con la valvola multivia del filtro in posizione “scolo” ed effettuare soltanto la rifinitura della pulitura in posizione filtrazione dopo 24-48 ore. In questo modo verrà persa una certa quantità d’acqua ma non si sporcherà il filtro.
Il robot pulitore (elettrico o meno) potrà entrare in azione in seguito, per la normale manutenzione nel corso della stagione.
La linea dell’acqua va eventualmente raschiata e pulita con apposito prodotto.

 _J4B8764

Non esitate a chiedere consigli al rivenditore in caso di dubbi.
Sul nostro sito troverete tutti i prodotti necessari al riempimento della piscina.

 

I commenti sono chiusi.